CROCE SCOPERTA SULLA SUPERFICIE DI MARTE

CROCE SCOPERTA SULLA SUPERFICIE DI MARTE. La missione del Rover Curiosity continua a sfornare immagini incredibili del suolo marziano catturate con le proprie telecamere. Secondo il giornale inglese ” The Mirror ” il 06 Agosto 2012 le telecamere del Rover Curiosity avrebbero ripreso una stranissima croce conficcata nel suolo marziano. Osservando le foto che si trovano con molta facilità in rete, viene decisamente difficile pensare che si tratti di una forma creata dalla natura marziana, visto l’habitat che circonda il misterioso manufatto a forma di croce. Ovviamente le immagini hanno scatenato pareri diametralmente opposti, da un lato la scienza ufficiale sminuisce ciò che si vede nelle foto considerando il tutto come un qualcosa di naturale, o un particolare riflesso che ha fatto vedere la croce.

CROCE SCOPERTA SULLA SUPERFICIE DI MARTE 06 agosto 2012 foto 1I fautori della tesi extraterrestre ovviamente non sono d’accordo su questa spiegazione che sembra la solita spiegazione di facciata, ma non c’è da meravigliarsi, ovviamente, se non vi sarà un input dall’alto ( e per alto intendo i governi ) che dovranno trovare il modo per far assimilare alle masse questo eterno mistero ( voluto ), non arriveranno mai le conferme, e le risposte che tutti cercano. Se poi consideriamo che le prove della vita extraterrestre, e dell’interazione aliena con l’uomo ci sono già da millenni sulla terra, tra graffiti, affreschi, sculture, dipinti, beh se non si è riusciti fino ad oggi, con tutte le prove scoperte nel corso degli anni, ad accettare che non siamo soli nell’universo, vuol dire che ancora, ho non siamo pronti, o chi tiene le redini del mondo non ritiene utile che questa verità venga distribuita al mondo. A seguire allego il video del montaggio delle foto della misteriosa croce marziana fotografata dal Rover Curiosity il 06 Agosto 2016 che comunque trovate facilmente caricato su youtube. A voi le valutazioni del caso:

P.S. Ma avete notato cosa c’è alla destra della croce?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.