SAN FRANCESCO D’ASSISI E GLI UFO

SAN FRANCESCO D’ASSISI E GLI UFO. QUESTO CHE VI PROPONGO A SEGUIRE E’ UN’ESTRATTO DA ” VITA DI SAN FRANCESCO ” DI SAN BUONAVENTURA, CAPITOLO 4° / PROGRESSO DELL’ORDINE – ” UN SABATO, MENTRE I FRATI RIMANEVANO NEL LUOGO DESCRITTO, IL SANT’UOMO SI RECO’ AD ASSISI, CON L’INTENZIONE DI PREDICARE LA DOMENICA MATTINA, COM’ERA D’USO, NELLA CATTEDRALE.
SAN FRANCESCO D'ASSISI E GLI UFO  untitledCOME DI CONSUETO, L’UOMO DI DIO TRASCORREVA LA NOTTE IN ORAZIONE, IN UNA BARACCA SITUATA NEL GIARDINO DEI CANONICI, RIMANENDO CON IL CORPO LONTANO DAI SUOI FIGLI. ED ECCO, VERSO LA MEZZANOTTE, MENTRE ALCUNI FRATI DORMIVANO ED ALTRI ONCORA PERSEVERAVANO NELLA PREGHIERA, UN CARRO DI FUOCO, DI MIRABILE SPLENDORE, ENTRANDO ATTRAVERSO LA PORTA, PER TRE VOLTE SI AGGIRO’ PER LA DIMORA. SOPRA DI ESSO V’ERA UN GLOBO LUMINOSO CHE, AVENDO LO SPLENDORE DEL SOLE, RISCHIARO’ LA NOTTE.
QUELLI CHE ERANO SVEGLI RIMASERO SENZA PAROLE DALLO STUPORE, MENTRE I DORMIENTI SI DESTARONO E RESTARONO STUPEFATTI: INFATTI, DAL MOMENTO CHE L’EFFETTO DELLA MIRABILE LUCE AVEVA RESO LA COSCIENZA DI CIASCUNO NUDA DI FRONTE AGLI ALTRI, ESSI POTERONO DISTINTAMENTE CONTEMPLARSI L’UN L’ALTRO NEL CUORE NON MENO CHE NEL CORPO. FURONO, PERCIO’, TUTTI CONCORDI NEL RITENERE CHE, DAL MOMENTO CHE ESSI POTEVANO LEGGERSI L’UN L’ALTRO NEL CUORE, CIO’ SIGNIFICAVA CHE IL SIGNORE STESSO AVEVA MOSTRATO LORO IL SANTO PADRE, ASSENTE CON IL CORPO, PRESENTE IN SPIRITO, TRASFIGURATO IN QUELL’ASPETTO, IRRADIATO DI BAGLIORI CELESTI ED INFIAMMATO DA UNA LUCE SOPRANNATURALE SU QUEL CARRO SPLENDENTE INFUOCATO.
E CIO’ AFFINCHE’ ESSI, COME – AUTENTICI ISRAELITI PROCEDESSERO AL SEGUITO DI LUI, COME UN ALTRO ELIA, ERA STATO RESO DA DIO CARRO ED AURIGA ( 2Re2,12 ) DEGLI UOMINI SPIRITUALI.
ERA STATO DIO INFATTI CHE, ALLE PREGHIERE DI FRANCESCO, AVEVA APERTO GLI OCCHI DI QUEI SEMPLICI AFFINCHE’ CONTEMPLASSERO LE GRANDEZZE DI DIO, COSI’ COME UN TEMPO AVEVA APERTO GLI OCCHI DEL SERVO ALLA VISTA DEL MONTE PIENO DI CAVALLI E DI CARRI INFUOCATI INTORNO AD ELISEO ( 2Re,6,17 ).
IL SANT’UOMO, TORNATO PRESSO I FRATI, PRESE A SCRUTARE I SEGRETI DELLE LORO COSCIENZE, A CONFORTARLI A RIGUARDO DI QUELLA MIRABILE VISIONE E A FAR PRESAGI SUI DESTINI FUTURI DELL’ORDINE. E MENTRE EGLI RIVELAVA LORO MOLTISSIME COSE, CHE TRASCIENDEVANO L’UMANO INTELLETTO, I FRATI SI RESERO CHIARAMENTE CONTO CHE LO SPIRITO DEL SIGNORE S’ERA POSATO SUL SUO SERVO CON TANTA PIENEZZA CHE ESSI POTEVANO, CON TUTTA CERTEZZA, SEGUILO SIA NELLA DOTTRINA CHE NELLA VITA.

QUESTO E’ IL RESOCONTO COME SAN BONAVENTURA DESCRIVE   POSSIAMO DIRE  ” ANOMALO RACCONTO ” CHE DESCRIVE IL BIBLICO CARRO  DI FUOCO ANGELICO CHE RAPISCE ELIA, MA ANCHE LA SCENA DELLA TRASFIGURAZIONE IN CUI CRISTO E’ VISTO DAGLI APOSTOLI AFFIANCATO DA DUE MISTERIOSE ENTITA’ SUPREME: DUE ANGELI ?
OPPURE ENOCH ED ELIA, GLI UNICI ” RAPITI IN CIELO DAGLI ANGELI DI DIO ?

BISOGNA AMMETTERE CHE SE NOI LEGGIAMO QUESTO RESOCONTO OGGI CON UNA VISIONE PIU’ GLOBALE DELL’UNIVERSO, SICURAMENTE QUALCHE CONFRONTO CON LE ATTUALI VISIONI DI STAMPO PRETTAMENTE UFOLOGICHE NON POSSIAMO CHE NOTARLE. SPERO DI NON AVERVI PERPLESSO ULTERIORMENTE MA DI AVERVI AVVICINATO AD UN PENSIERO PIU’ UNIVERSALE, DOVE I DUE ARGOMENTI MESSI IN CORRELAZIONE – RELIGIONE/UFOLOGIA, POSSONO AVERE TANTI PUNTI IN COMUNE SENZA OBBLIGATORIAMENTE L’UNO ESCLUDERE L’ALTRO.

Precedente LALIBELA UN MISTERO AFFASCINANTE Successivo AREA 51 NON ESISTE....MA PER I SATELLITI SI

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.