LUNA, IL LATO OSCURO, I SUOI MISTERI

LUNA, IL LATO OSCURO, I SUOI MISTERI. Per parlare di questo, sempre affascinante mistero, come non citare il titolo di uno degli album più illuminati di una delle band più illustri del panorama musicale mondiale….I Pink Floyd con il loro ” The dark side of the Moon ” ovvero il lato oscuro della Luna. Cosa ci sarebbe di così misterioso sul lato oscuro della Luna? Molti dicono che li si cela una parte della nostra storia che non deve essere svelata, altri considerano la cosa semplicemente un modo per fare business. Un nuovo studio scientifico ritiene che sul lato oscuro della Luna si troverebbero strutture artificiali di natura NON TERRESTRE. La SPRS, ovvero ( Society for Planetary SETI Research ), ha effettuato uno studio in cui afferma che le strutture che si trovano sul lato oscuro della Luna non sono di natura umana, quindi sarebbero state costruite da razze aliene. Molte di queste strutture anomale sono situate nel cratere denominato ” Paracelso C “.    LUNA, IL LATO OSCURO, I SUOI MISTERI                                  Lo studio dal titolo Analysis of Unusual Structures on the Far Sise of the Moon in the Crater Paracelsus C dice che le anomale strutture anche considerando la natura lunare non appaiono compatibili, e quindi visto che l’ uomo non risulta essere andato sul lato oscuro, chi li ha costruite? La prima a sollevare i misteri sul lato oscuro lunare è stata Georga Leonard, in un libro scritto nel 1976 dal titolo ” Qualcun altro è sulla Luna “.                                                                          Solo 5 anni dopo l’uscita del libro della Leopard, usciva il libro dal titolo We Discovered Alien Bases on The Moon, tradotto in  ” Abbiamo scoperto basi aliene sulla Luna ” di Fred Steckling.                      Sia in rete, che sui vari siti specializzati ( tra cui anche la N.A.S.A. ), si possono trovare numerose foto, alcune in cui le presunte anomalie possono essere spiegate in maniera scientifica, ma molte altre che lasciano perplessi anche chi ha una grande competenza. Il Dr.John Brandenburg, un’eminenza in materia, si è espresso su queste strutture parlando in principal modo della missione denominata Clementine mandata in orbita il 25 Gennaio 1994, la quale ha messo in risalto alcune strutture impossibili, cioè che in natura non potevano esistere. Il Dr. Brandeburg oltre a considerare che non tutte le foto poi sono state divulgate, sostiene anche che ” Erano consapevoli che c’era una possibilità di una presenza sconosciuta, forse aliena -extraterrestre vicino alla Terra. Utilizzando tutto il top della tecnologia a disposizione gli scienziati hanno raggiunto questa conclusione : ” Sulla base delle prove presentate in questo documento, riteniamo che questa zona del cratere Paracelso C sia un candidato degno di uno studio futuro delle missioni orbitali e rover di superficie. Entrambe le caratteristiche analizzate in questa zona sono statisticamente diverse dal terreno circostante. Questa è una struttura che si differenzia da qualsiasi caratteristica vista sulla Luna fino ad oggi. Il suo rapporto con il terreno circostante suggerisce un ingresso e un corridoio che può condurre ad una base sotterranea e le prove 3D ci dicono che ci sono segni di scavo su entrambi i lati del cratere “.     Che aggiungere, buona lettura. 

 

Precedente ARGENTINA UFO IN DIRETTA TV 10 OTTOBRE 2018 Successivo PUNTA RAISI UFO 07 NOVEMBRE 2018

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.