UNTORI DEL TERZO MILLENNIO

UNTORI DEL TERZO MILLENNIO. Fino ad ora sono stato garbatamente zitto, ma dopo quello che ho sentito ieri nella mia amata Palermo, ma soprattutto vedendo quello che è successo ieri alla stazione di Milano, ho capito quanta pochezza, quanta superficialità, attanaglia una gran fetta della nostra società MODERNA E COLTA. Ci dicevano STATE TRANQUILLI, TUTTO SOTTO CONTROLLO, È POCO PIÙ DI UN INFLUENZA, e in tanti a divertirsi , a viaggiare, a non rispettare le normalissime forme di attenzione che pian piano venivano consigliate. E allora giù con la movida notturna, e quant’altro che ha trasmesso e veicolato più velocemente questo mostro UMANO. Si, mostro umano, perché da cristiano non posso pensare che si possa trattare di un flagello di DIO. In questi giorni si è sperimentata una nuova forma di UNTORI, si gli untori del terzo millennio, ovviamente diversi da quelli che Palermo storicamente ricorda. UNTORI DEL TERZO MILLENNIOQuesta gente che molto spesso viene da ambienti dove hanno avuto la grande fortuna di studiare, ha deciso che il miglior atteggiamento che si debba portare avanti, sia quello della spensieratezza e della leggerezza. MAH…. e mi fermo li perché altrimenti mi elevo al loro livello, e non lo farò mai. Chi mi conosce un pizzichino, sa quanto amo la mia Palermo, e quindi sa e non fraintendera’ le mie parole. Si deve continuare a vivere, e lo si deve fare con un grandissimo rispetto verso tutti. Io ho un figlio e una nuora a Milano…. non sono scappati, sono rimasti, coscienziosamente al loro posto con tutte le attenzioni possibili. QUESTO È SENSO CIVICO. Ho sentito discorsi veramente persi su casi di contagio nelle forze dell’ordine, che non si sono protetti abbastanza. Ma si rendono conto di quello che dicono? ….. Le forze dell’ordine, come tutte le amministrazioni pubbliche maggiormente esposte, saranno li al loro posto fino all’ultimo. Ma vi immaginate cosa può succedere con le città in balia…… Non aggiungo altro! Personalmente io nel mio piccolo da mesi ho cercato di attenzionare le persone con cui mi relazionavo su questo argomento, e spesso venivo guardato come l’esagerato di turno. Oggi 8 Marzo è la festa della donna, e la donna è il simbolo della vita. VIVA LA VITA, PROTEGGIAMOLA.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.