RUSSIA NEL 2030 BASE STABILE SULLA LUNA

RUSSIA NEL 2030 BASE STABILE SULLA LUNA di entità aliene. E’ notizia di questi giorni apparsa sulla stampa russa ( Tass ), che il governo russo ha intenzione di stabilire un avamposto terrestre permanente sul suolo lunare entro il 2030. Come molti sapranno benchè i primi a mettere i piedi sul suolo lunare furono gli americani il 20 Luglio 1969, poi ci fu il nulla totale, ovvero la Luna ( almeno ufficialmente ) non sembrò più interessare a nessuno, e questo innescò una serie di teorie che consideravano l’eventualità che non solo l’uomo non fosse andato sulla Luna, ma che il tutto fosse stato architettato in studi cinematografici, per battere sul tempo i rivali russi. RUSSIA NEL 2030 BASE STABILE SULLA LUNANel progetto russo c’è l’idea di stabilire una testa di ponte tra la Terra e Marte, utilizzando delle strutture permanenti sul suolo lunare come la costruzione di  stazioni solari elettriche, telecomunicazioni, per sviluppi di tecnologia, una stazione scientifica, un veicolo per indagini su larga scala, poi lanciare un satellite in orbita geostazionaria intorno alla Luna. Logicamente un progetto simile non poteva che attirare su di se molti dubbi e polemiche principalmente per l’elevatissimo sforzo economico che ne deriverà. Ma gli scienziati russi vanno avanti lo stesso, e stanno anche pensando ad un autofinanziamento con l’utilizzo del turismo spaziale. A seguire allego un video che funge da presentazione al progetto della Russia:

P.S. e come potete notare dalla foto allegata che mostra una misteriosa astronave che giace all’interno di un cratere lunare estratta dal misterioso e controverso video della ” Monna Lisa ” Apollo 20, tutto questo va bene…..se li non c’è già qualcosa di NON NOSTRO……staremo a vedere cosa combinerà la Russia, una cosa può in tutto questo scenario poter essere considerata attendibile, e cioè, che quando qualcuno a cercato di accelerare i tempi per effettuare un’impresa spaziale epocale……gatta ci cova.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.