PADRE ERNETTI IL CRONOVISORE CHE FOTOGRAFO’ GESU’

PADRE ERNETTI IL CRONOVISORE CHE FOTOGRAFO’ GESU’. Questo è sicuramente un’argomento che fa discutere, e che lo farà anche in futuro, visto che il Cronovisore non è qualcosa di ” normale ” di cui argomentare, ma qualcosa che, se realmente esistente, si potrebbe paragonare ad una bomba atomica chiusa in un un bunker di massima sicurezza. Il Cronovisore ( per quello che ci è dato di sapere ) è un dispositivo meccanico ( per indenderci un qualcosa di simile ad un computer ) che riuscirebbe a captare immagini provenienti dal passato. Sarebbe stato messo a punto da un sacerdote Padre Pellegrino Ernetti, e tenuto gelosamente conservato all’interno del Vaticano, ulteriori notizie per non dilungarmi sulla storia li potrete trovare al link sotto allegato in cui ho raccontato la storia:

https://misteryworld.altervista.org/cronovisore-tra-verita-e-depistaggi/

 

PADRE ERNETTI IL CRONOVISORE CHE FOTOGRAFO' GESU' FOTO 2Il dibattito sul cronovisore recentemente ha trovato nuova linfa grazie all’uscita di un libro “bomba” appena pubblicato in Francia, a Parigi, dalle Edizioni Albin Michel: “Le noveau mystère du Vatican” (Il nuovo mistero del Vaticano”) del teologo francese padre Francois Brune. Brune è un personaggio assai noto in Francia: professore di teologia, ha pubblicato libri di notevole impegno, accolti sempre con grande interesse anche dalla stampa laica. Il suo nome, come quello della casa editrice, sono una garanzia di serietà scientifica e per questo il volume che ha dedicato al cronovisore ha riaperto congetture e discussioni infuocate, diventando una miscela esplosiva. Il libro di padre Brune rivela fatti inediti, retroscena incredibili, dettagli sconcertanti, indica nomi di personalità al di sopra di ogni sospetto, di scienziati famosi, indica date, circostanze precise, riporta documenti straordinari, lunghe conversazioni con padre Ernetti e il tutto, cucito insieme, in maniera assolutamente razionale e credibile. Diventa una valanga documentale a cui è difficile fare opposizione. Il volume dimostra con dovizia di prove che il cronovisore è realmente esistito, anche se l’argomento è, a detta dello stesso autore, ai limiti della fantascienza. Con il cronovisore, racconta Brune, il gruppo di scienziati guidato dal monaco benedettino fece ricerche dapprima su Mussolini, poi su Napoleone, quindi passò ad avvenimenti dell’età romana e assistette alla rappresentazione di alcune famose tragedie.

PADRE ERNETTI IL CRONOVISORE CHE FOTOGRAFO' GESU'Di una di queste, scritta da Quinto Ennio, che si intitolava “Thiestes” della quale si conosceva solo qualche breve citazione, trascrisse l’intero testo come venne recitato a Roma nel 169 a.C., durante i giochi pubblici in onore di Apollo. Padre Ernetti raccontò a padre Brune di aver visto anche tutto lo svolgimento della Passione, della morte e della Resurrezione di Cristo.
Nel suo libro Brune afferma che la macchina, composta da tre gruppi di elementi, si trova “sequestrata” in Vaticano. Padre Ernetti, spaventato dall’importanza incredibile della sua scoperta, si era confidato con i propri superiori e con le autorità vaticane C’era stata una riunione segreta con il papa e poi, di comune accordo, la macchina era stata ritirata e nascosta in Vaticano. A padre Ernetti era stato imposto di non fare più pubbliche dichiarazioni su quell’argomento, ma non gli era stato proibito di parlarne con gli amici in privato. E così aveva confidato tutto all’amico teologo francese.

PADRE ERNETTI IL CRONOVISORE CHE FOTOGRAFO' GESU'
La foto che mostrerebbe immortalata l’immagine di Gesù

Non è facile aggiungere altro a tutto ciò ( sempre che il tutto corrisponda al vero ), Il cronovisore, il Philadelphia experiment, John Titor, e tanti altri ancora, fanno parte di quegli argomenti che forse rimarranno in un limbo di mistero per sempre……e forse è meglio così. Buona lettura.

Precedente WILLOUGHBY HEDGE COMPARE CROP CIRCLE 5 GIU. 2016 Successivo TUNNEL SAN GOTTARDO INAUGURAZIONE " SATANICA "

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.