GRAFFITI DELLA ADDAURA PREISTORICAMENTE MODERNI

Graffiti della Addaura preistoricamente moderni. Come tanti innumerevoli altri luoghi siciliani, ma in questo caso mi riferisco in maniera pertinente alla mia Palermo, vi sono dei luoghi incantevoli da vedere, ma per i più svariati problemi è impedito ai palermitani, ai siciliani, ai turisti che provengono da tutto il mondo di potere vedere delle opere, delle bellezze, uniche al mondo. Questa piccola premessa serviva per introdurre il curioso doppio mistero delle grotte preistoriche della Addaura. Alle pendici di Monte Pellegrino ( il significato deriva dal fatto che li furono trovate le ossa della Santa Patrona di Palermo S. Rosalia ) si trovano le grotte dell’Addaura ( denominazione data dalla parte del monte che si affaccia sulla località marinara dell’Addaura ) uno tra i più alti esempi di arte rupestre del Paleolitico superiore ( da 36.000 a 10.000 anni A.C. ). GRAFFITI DELLA ADDAURA PREISTORICAMENTE MODERNITra i tanti graffiti che si trovano all’interno delle grotte spicca una figura composta da 9 figure, sette delle quali disposte in circolo intorno a due figure centrali giacenti a terra. Su questa immagine si e’ dibattuto tanto dal punto di vista scientifico per dare un significato a questi splendidi graffiti. Ma forse si e dato poco risalto ad un piccolo particolare non da poco. Ad un occhio anche non particolarmente attento non può che constatate che i graffiti della Addaura sono particolarmente curati nella fattura ma soprattutto stilizzati, come se colui che li ha disegnati non fosse un grezzo uomo preistorico, ma un pittore di spessore. Ma a questo punto direte voi come si può vedere dal vivo questa spendida reliquia del passato? Non si può.GRAFFITI DELLA ADDAURA PREISTORICAMENTE MODERNI Da decenni infatti le grotte sono chiuse al pubblico per rischio crolli ( questa è la giustificazione ufficiale ). Un calco della parete con la rappresentazione di tutta la scena è custodito al Museo Archeologico A. Salinas attualmente chiuso per restauri ( pure|||||||| ). Per tale motivo si è deciso di esporre il calco presso il Museo Geologico “G. G. Gemmellaro” nella sezione dedicata alla prima presenza umana in Sicilia. Un odissea che comunque vale la pena di vivere per osservare ( anche
s e in calco ) una meraviglia forse ” POCO PREISTORICA ” del nostro passato.GRAFFITI DELLA ADDAURA PREISTORICAMENTE MODERNI

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.