DIMISSIONI DI PAPA RATZINGER ANALOGIE CON PROFEZIA DI MALACHIA

DIMISSIONI DI PAPA RATZINGER ANALOGIE CON PROFEZIA DI MALACHIA IL PAPA SI E’ DIMESSO. PAPA RATZINGER CON UN COMUNICATO CHE HA COLTO MOLTI DI SORPRESA ( MA FORSE I PIU’ INFORMATI NO ) HA COMUNICATO IN LATINO CHE DAL 28 FEBBRAIO 2013 NON SARA’ PIU’ IL PAPA LASCIANDO BASITO IL MONDO INTERO. IN UN PRIMO TEMPO SONO STATE TIRATE IN BALLO LE SUE NON BUONE CONDIZIONI FISICHE, MA VISTO COME IN PRECEDENZA I SUOI PREDECESSORI AVEVANO ARRANCATO FINO LA MORTE LA MOTIVAZIONE NON REGGEVA. PER TROVARE UN PAPA CHE DETTE LE SUE DIMISSIONI SI DEVE ANDARE INDIETRO NEL TEMPO DI QUALCHE malachia-209x300SECOLO.

 

I PRINCIPALI CASI DI  ” RENUNTIATIO ” SONO:

 

BENEDETTO IX IL 01.05.1045.

GREGORIO    VI IL 20.12.1046.

CELESTINO    V IL 13.12.1294
GREGORIO   XII IL 04.07.1415
QUINDI NON SI PUO’ CHE RIFLETTERE SULLA DECISIONE DEL PAPA CHE PONE  CON IL SUO GESTO LA CHIESA DAVANTI AD  UNA RIFLESSIONE IMPORTANTE SULLE FUTURE TEMATICHE ECCLESIASTICHE DA PRENDERE. A TURBARE E A FAR RIFLETTERE CI SI METTE PURE UNA PROFEZIA CHE LASCIA DA PENSARE.

IL TUTTO RISALE A  POCO MENO DI 1000 ANNI FA  QUANDO UN ABATE IRLANDESE DI NOME  MALACHIA DI ARMAGH VISSUTO DAL 1094-1148 ( SIA PER LA DATA DI NASCITA CHE PER LA SUA DATA DI MORTE ALEGGIA QUALCHE DUBBIO MA TENIAMO PER VALIDE QUELLE SOPRA CITATE ) E  CANONIZZATO NEL 1190 DAL PAPA CLEMENTE III, SCRIVE UNA LISTA DENOMINATA ” PROPHETIA DE SUMMIS PONTIFICIS ” DOVE CON UNA DESCRIZIONE SPECIFICA PER OGNI FUTURO PAPA A PARTIRE DA CELESTINO II ELETTO NEL 1143 ( TUTTO QUESTO IN LINGUA LATINA ) ELENCA I FUTURI PROSSIMI 111 PAPI PIU’ UNA NOTA SULL’ULTIMO PONTEFICE CHE VIENE IDENTIFICATO IN PETRUS  SECUNDUS O PETRUS ROMANUS SECONDO ALTRE VERSIONI. QUESTA LISTA VENNE RESA NOTA SOLAMENTE NEL 1590 QUANDO GIA’ ALCUNI PAPI  PRESENTI NELLA LISTA ERANO GIA’ SALITI SUL TRONO DI PIETRO, E VENIVA ELETTO PAPA GREGORIO XIV ( 75° PAPA DELLA LISTA.LA LISTA TERMINA DOPO IL NOME DI BENEDETTO XVI CON IL NOME DEL PRESUNTO 112°  PAPA APPUNTO DESCRITTO COME PETRUS SECUNDUS O ROMANUS E UNA LUNGA FRASE DECISAMENTE PIU’ LUNGA DI QUELLE USATE PER I PRECEDENTI MOTTI  CHE A SEGUITO ALLEGO:DIMISSIONI DI PAPA RATZINGER ANALOGIE CON PROFEZIA DI MALACHIA benedettoxvi_3

” PERSECUTIONE EXTREMA SANCTAE ROMANAE ECCLESIAE SEDEBIT PETRUS ROMANUS, QUI PASCET OVES IN MULTIS TRIBULATIONIBUS; QUIBUS TRANSACTIS, CIVITATES SEPTICOLLIS DIRUETUR, ET JUDEX TREMENDUS INDICABIT POPULUM SUUM.

FINIS.
LA TRADUZIONE DELLA FRASE SUONA IN QUESTO MODO:

DURANTE L’ULTIMA PERSECUZIONE  DELLA SANTA ROMANA CHIESA SIEDERA’ PIETRO IL ROMANO CHE PASCERA’ IL GREGGE FRA MOLTE TRIBOLAZIONI; PASSATE QUESTE, LA CITTA’ DEI SETTE COLLI CADRA’ ED IL TREMENDO GIUDICE GIUDICHERA’ IL SUO POPOLO. AMEN.
QUINDI SECONDO LA PROFEZIA DI MALACHIA DOPO PAPA RATZINGER CI SAREBBE L’ULTIMO PAPA PRIMA DEL GIUDIZIO FINALE.
SECONDO MOLTE SUPPOSIZIONI IL MOTTO PETRUS ROMANUS RIFERITO AL 112°  PAPA NON SI RIFERIREBBE ALL’ULTIMO PAPA, MA AL CAMERLENGO OVVERO AL SACERDOTE CHE DURANTE IL PERIODO DI INTERREGNO TRA UN PAPA ED UN’ALTRO PRESIEDE A TUTTE LE ATTIVITA’ CONNESSE  ALLA COSIDDETTA ” SEDE VACANTE “. DIMISSIONI DI PAPA RATZINGER ANALOGIE CON PROFEZIA DI MALACHIA 8b29c91a389e10c16c24e1eeefa232d016
RIFLETTIAMO UN PO’; L’ATTUALE CAMERLENGO E’ TARCISIO PIETRO EVASIO BERTONE ED E’ NATO A ROMANO CANAVESE…..
QUESTO E’ QUELLO CHE SI EVINCE DALLA PROFEZIA DI MALACHIA, IO VOGLIO PENSARE CHE TUTTO SIA SOLO UN INQUIETANTE,  SUGGESTIVO, CASUALE INCASTRO DI DATE E CHE ANCORA CI SIANO TANTISSIMI ALTRI PAPI,  MA SOPRATTUTTO  CHE L’APOCALISSE SIA UN’ERRATA INTERPRETAZIONE DI UN CAMBIAMENTO CHE PUO’ FARE SOLO BENE ALLA NOSTRA SOCIETA’.MA LE DIMISSIONI DI PAPA RATZINGER NON SONO UN GESTO CASUALE….
Precedente POPOCATEPETL VIDEO DI UN UFO 6 FEBBRAIO 2013 Successivo HAWAII AVVISTAMENTO UFO SIGARIFOME FEBBRAIO 2013

2 commenti su “DIMISSIONI DI PAPA RATZINGER ANALOGIE CON PROFEZIA DI MALACHIA

  1. Non importa il said:

    La profezia di Malachia è incompleta. La pergamena originaria conteneva 113 nomi e non 111. Quando venne ricopiata probabilmente si persero gli ultimi due motti. C’è infatti a Roma una legenda, nota ai parrocchiani della Basilica di San Paolo fuori le mura che dice quando saranno completati i medaglioni papali presenti nella Basilica, ci sarà la fine del mondo. Partendo dal medaglione Celestino II, il primo della lista di Malachia, arrivando fino a quello di Benedetto XVI si contano 111 medaglioni, più due posti vuoti. I posti vuoti sono per i medaglioni mancanti. E’ probabile che la leggenda e la profezia di San Malachia abbiano la stessa fonte. Pertanto Papa Francesco non è Pietro il Romano, ma è il penultimo Papa della storia. Il suo successore sarà l’ultimo. Invece il cardinal Bertone dovrebbe essere Pietro il Romano colui che tiene in mano la Chiesa (in qualità di Camerlengo) nel tentativo di darle un Papa ma senza riuscirci. Era Camerlengo con Benedetto XVI, è stato riconfermato da Papa Francesco e probabilmente lo sarà pure dal suo successore.
    E’ curioso notare che mentre tutti gli altri Papi non hanno mai inserito il loro motto nello stemma, Papa Francesco lo ha inserito. E’ per questo che si è perso il suo motto? Si è perso perché a differenza degli altri Papi lo avrebbe inserito nel suo stemma? Quindi lo farà anche il suo successore?
    Dallo studio incrociato di diverse profezie attendibili del mondo cattolico (e ovviamente quelle di Nostradamus non lo sono affatto) ho dedotto che il successore di Papa Francesco dovrebbe essere il Cardinale Angelo Amato con il nome di Benedetto XVII. Se questa deduzione è corretta, lo scoprirete a suo tempo perché sceglierà quel nome.

    • Grazie del commento. Quando si affrontano questi argomenti l’ inesattezza ( sempre in buona fede ) ci puo’ stare, perche’ non e’ facile reperire le informazioni corrette, o quelle che piu’ si avvicinano alla realta’ dei fatti. Spero che non siamo alla resa dei conti ( APOCALISSE ) , ma che ci troviamo davanti ad un CAMBIAMENTO RADICALE, ma non definitivo. Mi documentero’ su quello che mi ha scritto. Arrivederci

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.