BORISKA IL BAMBINO PILOTA ALIENO

BORISKA IL BAMBINO PILOTA ALIENO. Questa è una storia che ho avuto modo di acquisire su diversi siti di settore, e ve la voglio proporre, partendo sempre dal presupposto che voi la prendiate con il beneficio del dubbio, vista la sua particolarità. Il suo nome completo è Boriska Kipriyanovich, e agli studiosi che stanno studiando le sue dichiarazioni ha detto che lui insieme a tanti altri bambini ( I bambini Indaco ), sono stati scelti e mandati sulla terra per preparare l’umanità a tutta una serie di cambiamenti che si stanno già verificando, e che continueranno in futuro, purtroppo causati anche da un’umanità che non rispetta l’ambiente in cui vive.

 

BORISKA IL BAMBINO PILOTA ALIENO

Boris Kipriyanovich già dall’età di 1 anno e mezzo era già in grado di leggere e di dipingere come un adolescente, e all’asilo Boriska stupì tutti i suoi insegnanti con le sue fenomenali capacità di memorizzare ogni tipo di nozioni. Nadezhda, la sua mamma riferì che:

– Mio figlio già all’età di 3 anni aveva una conoscenza nei nomi dei pianeti e delle galassie, che in un primo tempo incuteva paura e curiosità nello stesso tempo, la stessa curiosità che mi portò a verificare i dati che mio figlio snocciolava  con una semplicità inaudita, e che per mia ignoranza, effettuando una verifica, non potei che confermare documentandomi.-

Ma la conferma la mamma la ebbe quando Boriska, all’età di sette anni, cominciò a parlare di viaggi sulla terra con astronavi aliene, di civiltà megalitiche, e civiltà marziane, e di in una vita precedente in cui Boriska aveva conosciuto alcuni abitanti del leggendario continente perduto di Mu o Lemuria, che ora si trovava sotto l’Oceano Pacifico. In uno dei suoi racconti Boriska si rammaricava che durante gli eventi catastrofici che portarono Lemuria a collassare, era morto un suo amico a causa sua. Il ragazzo continuando il suo racconto disse che gli abitanti di Lemuria avevano un’altezza enorme ( i giganti dei nostri miti ), circa 9 metri, e che tutti perirono ( o quasi ) circa 800.000 anni fa. Il ragazzo continuando nel suo racconto disse che su Marte a differenza di quello che possiamo pensare noi, esisteva la vita. Esistevano varie razze alte circa 7 metri tutte in collaborazione reciproca, e con una suddivisione evidente dei territori, con una forza aerea spaziale propria ( cioè ogni razza a una sua forza aerea ), con tecnologia diversamente evoluta, ma tutte molto più avanzate della nostra. Tutto questo si trasformò a causa di una guerra nucleare, e il pianeta Marte che conosciamo noi e’ il risultato. La popolazione, quella che si salvò, dovette adattarsi al sottosuolo e a respirare anidride carbonica. Boriska proseguì il suo racconto dicendo che anche il popolo terrestre potrà scoprire la conoscenza universale, ma solo dopo aver scoperto il segreto che è custodito all’interno di una piramide ancora sconosciuta. Il ragazzo affermò anche che un meccanismo che si trova all’interno della Sfinge della piana di Giza, probabilmente all’interno dell’orecchio, consentirà un cambiamento per l’umanità. Alcuni specialisti russi, hanno riscontrato nel ragazzo un’aurea molto più potente di qualsiasi altro essere umano. Questo e’ quanto circola in rete della storia di Boriska, ma è semplicemente il classico ago nel pagliaio di un mistero quello che racchiude ufologia e vita nell’universo, che forse non ci è concesso di sapere da parte di chi regge le redini del mondo……………………

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.