CAMBIAMENTI CLIMATICI COSTANTI

CAMBIAMENTI CLIMATICI COSTANTI. Credo che possiamo facilmente concordare che negli ultimi anni gli effetti dei cambiamenti climatici  si sono rivelati a dir poco devastanti, vale poco capire se le colpe sono strettamente legate all’opera dell’uomo, o se sono una normale conseguenza ciclica dello scorrere del tempo. Prendendo in considerazione solo gli ultimi mesi dell’anno, e solo quelli che hanno superato magnitudo 6 della scala Richter, ci troviamo davanti un incremento esponenziale dei terremoti di elevata magnitudo, ma ricordiamo gli eventi:

In Italia :

24 Agosto 2016, centro Italia, coinvolte le regioni del Lazio, Marche Umbria, magnitudo 6,2 della scala Richter.-

30 Ottobre 2016, centro Italia, coinvolte le regioni Marche, Umbria, e marginalmente il Lazio, magnitudo 6,5 della scala Richter.-

la-voragine-apertasi-dopo-il-terremoto-di-norcia-a-castelluccio-ottobbre-2016

La voragine ( Sinkhole ) apertasi dopo il terremoto di Norcia a Castelluccio Ottobre 2016

Argentina:

20 Novembre 2016, San Juan, magnitudo di 6,4 della scala Richter.-

Nuova Zelanda:

13 Novembre 2016, Hanmer Springs, magnitudo 7.8 della scala Richter.-

13 Novembre 2016, Kaikoura, 2 scosse di magnitudo 6.2 e 6.1 della scala Richter.-

14 Novembre 2016, Kaikoura, magnitudo 6,5 della scala Richter.-

cambiamenti-climatici-costanti-terremoto-nuova-zelanda

Giappone:

21 Novembre 2016, Fukushima, magnitudo di 7.4 della scala Richter.-cambiamenti-climatici-costanti-tzunami-giappone-21-novembre-2016

11 Novembre 2016, Ishinomaki, magnitudo di 6.2 della scala Richter.-

In questa piccola e personale casistica dei più recenti e potenti terremoti  verificatisi tra il mese di Agosto e Novembre 2016, si può facilmente notare come vi è una concentrazione di movimenti tellurici di elevata magnitudo, concentratisi più volte nella stessa zona. A tutto questo bisogna aggiungere il numero elevatissimo di scosse,  considerate di assestamento abbondantemente sopra il 5° grado della scala Richter. Per rispetto non ho parlato delle vittime, ma questa sequenza che non smette di attenuarsi mi fa decisamente riflettere sul perchè si stanno verificando così tanti eventi tellurici di così alta portata. Non voglio fare il catastrofista, questi sono dati riscontrabili, ma non mi si venga a dire che sono eventi ” NORMALI “…….Buona lettura.

 

Comments are closed.